Blog

Dermatite da pannolino nel neonato, i nostri consigli

by in dermatite, pelle 11 Giugno 2020

Prestate attenzione alla dermatite da pannolino nel neonato! “Avere un figlio cambia la vita” è la frase più comune che si sente in giro all’evento di una nascita in famiglia. E’ assolutamente vero, ogni genitore desidera il meglio per il suo bebè! Durante la gravidanza mamma e papà passano lunghe ore a fantasticare su chi assomiglierà di più e come sarà il suo carattere. Ma l’arrivo di un figlio non è mai semplice! Richiede la pazienza dell’attesa dei genitori prima del parto. L’amore, la conoscenza di informazioni e comportamenti nuovi necessari per diventare genitori dopo.


Ecco il primo patto che si può fare: voi cambiate il pannolino a vostro figlio e lui vi cambia la vita. Purtroppo però, l’utilizzo del pannolino in certi casi può provocare irritazioni e delle vere e proprie dermatiti sulla pelle del poppante.

Conosciamo le cause più comuni che potrebbero causare la dermatite sulla pelle di tuo figlio

La dermatite compare sulla pelle del neonato già nei primi mesi di vita

La pelle del neonato risulta essere estremamente sensibile. La dermatite compare purtroppo già dopo i primi giorni di vita, ma si accentua notevolmente verso i sei o sette mesi, quando il bambino inizia a stare seduto. Le cause della comparsa della dermatite da pannolino sono da attribuire ad un’eccessiva idratazione della pelle.

Il contatto prolungato con l’umidità rende la pelle più sensibile. La pelle bagnata infatti aumenta la penetrazione di sostanze irritanti, come ad esempio l’ammoniaca presente nella sua pipì. Lo sfogo è maggiore nelle pelli che risultano essere maggiormente sensibili e facilmente irritabili. Anche l’utilizzo di saponi e detergenti contenenti profumo, sostanze chimiche e la poca traspirazione del pannolino creano un ambiente favorevole alla proliferazione di patogeni.

La dermatite si presenta nelle zone coperte dal pannolino, inguine e sederino per l’appunto, come un arrossamento cutaneo infiammato. Delle volte l’irritazione può far apparire la pelle più calda e gonfia al tatto. I sintomi principali della dermatite da pannolino sono bruciore, arrossamento e prurito.

Scopriamo assieme i rimedi più comuni per combattere la dermatite nel tuo bebè

Nulla di più semplice: basta conoscere l’alfabeto!
L’ A B C D E che sta per air, barrier, cleansing, diaper, education.
Sono infatti sufficienti:

  • L’aria ( air) sulle zone irritate. Lasciare per il maggior tempo possibile il bambino senza il pannolino in modo che la pelle resti asciutta.
  • Non utilizzare barriere ( barrier) tra la pelle e l’aria come il borotalco. Se da un lato è vero che può assorbire l’umidità, dall’altro non farà altro che favorire la proliferazione dei batteri.
  • La pulizia ( cleansing) è indispensabile. Mantenere quindi la pelle sempre ben pulita, lavandola a ogni cambio di pannolino con acqua tiepida e detergenti liquidi delicati.
  • Il pannolino ( diaper) quando è addosso deve essere lasciato largo per migliorare la ventilazione a livello del sederino.
  • L’istruzione ( education) : sapere cosa si deve fare o no in caso di dermatite è fondamentale. Non utilizzare salviette usa e getta in caso di eritema ed asciugare sempre bene la pelle prima di rimettere il pannolino.

Non solo, trattare la parte irritata con i rimedi della nonna è una soluzione valida! L’olio d’oliva aiuta a mantenere oleosa e idratata la pelle del neonato e la Camomilla favorisce la morbidezza.

Dalla Sardegna solo per te genitore, abbiamo creato una crema a base di erbe naturali apposita per la dermatite da pannolino di tuo figlio.

Provala!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *