Blog

Sole, mare e…pericolo di ustione!

by in ustioni 19 Giugno 2020

Oggi vi vogliamo parlare dell’ustione da luce solare. E’ un argomento a me molto caro, in quanto, vivendo in Sardegna, la mia pelle è spesso sottoposta al calore del sole.

Il modo migliore per prevenire il fenomeno consiste nell’esporsi al sole nelle ore meno calde. Bisogna evitare quindi l’esposizione diretta tra le 10 del mattino e le 15 pomeridiane, in cui i raggi del sole contengono una quantità di ultravioletti elevata e risultano più dannosi. Usare sempre una crema solare protettiva è una buona norma per proteggere la nostra pelle. L’esposizione al sole sottopone infatti l’epidermide a una serie di adattamenti alle radiazioni solari, che partono dall’arrossamento, alla pigmentazione e terminano con una successiva desquamazione.

Il primo sintomo di un ustione solare è l’arrossamento cutaneo

Ora vedremo in breve come si manifesta un’ustione sulla nostra pelle:

  • Avvertiremo sul nostro corpo un iniziale arrossamento e calore cutaneo subito dopo l’esposizione.
  • Successivamente, la pelle presenta un modesto gonfiore e ipersensibilità al tatto, per cui il solo contatto con il lenzuolo può risultare doloroso. Nei casi più gravi, osserviamo la formazione di una vera ustione di II grado, con formazione di bolle cutanee, febbre e malessere generale.
  • Per ultimo, nella fase più acuta dovremo far conto ad un periodo di desquamazione cutanea, che permette la rigenerazione delle parti di pelle lese.
L’esposizione al sole è causa delle bruciature estive

E tu? ti sei mai addormentato sotto il sole o ti sei dimenticato di mettere la crema durante una partita a racchettoni sulla spiaggia?? Non sarà sicuramente la prima volta che questo accade. Per questo motivo oggi vogliamo consigliarti degli ottimi metodi naturali per alleviare il fastidio del troppo sole sulla pelle.

Ecco come curare la tua ustione solare in modo del tutto naturale con questi 10 rimedi

Esegui sulla tua pelle degli impacchi con:

Scrub corpo per facilitare la rimozione delle cellule morte
  • aloe vera
  • olio di cocco
  • tè verde
  • yogurt
  • cetriolo
  • melone
  • tiglio
  • calendula
  • malva
  • camomilla

Tutti questi elementi, contengono al loro interno delle capacità emollienti, che aiutano la pelle a rimanere morbida ed elastica. Le pelli secche infatti, oltre che a “tirare di più”, sono meno propense al rigeneramento cellulare. Idratare è fondamentale, l’ aloe vera è ottima infatti per lenire la pelle ed aiuta la pelle a rigenerarsi. Sopratutto in seguito alla desquamazione bisogna inoltre effettuare degli scrub, per favorire la rimozione delle cellule morte.

E se ti dicessi che solo questo non basta?? Conosco un prodotto del tutto naturale e sardo, certificato e garantito che allevierà in pochi giorni senza lasciare cicatrici tutte le tue scottature.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *