Blog

Lesione da grattamento, addio prurito!

by in lesioni, prurito 20 Maggio 2020

Tra i molteplici disturbi che possono interessare la cute, ritroviamo innumerevoli patologie accomunate dal medesimo sintomo: il prurito. Sebbene le cause più frequenti siano da ricondurre a eventi di natura infettiva, il prurito può nascondere alcune patologie dermatologiche ben più severe che possono interessare l’intero organismo. Oltre alle patologie dermatologiche, il prurito può essere spia di alcune patologie sistemiche, tra cui Cirrosi e Calcolosi delle vie biliari. Col il termine lesione da grattamento, si indica una lesione cutanea. Essa è la conseguenza dell’eccessivo e continuo grattare della persona.

La lesione da grattamento può colpire qualsiasi zona cutanea del nostro corpo. In alcuni casi, le lesioni possono arrivare ad una fase piuttosto acuta, con una fuoriuscita del sangue. In questo caso, è lo strato intermedio della cute ad esserne colpito: il derma. Sopratutto nel sesso femminile, può essere causata, dall’eccessivo contatto con detergenti aggressivi.

Scopriamo assieme i principali sintomi della lesione da grattamento sulla nostra pelle

In caso di dermatite da grattamento, la pelle si presenta rossa, secca, infiammata e la sensazione di prurito è molto intensa. La localizzazione è variabile a seconda della causa scatenante: ad esempio, in caso di dermatite da grattamento dovuta al contatto con un agente irritante, la sede colpita è quella che è entrata in contatto più di frequente con l’allergene (quindi spesso si tratta delle mani).

A causa dell’eccessivo prurito che induce la persona al continuo grattare, si possono manifestare ulcerazioni escoriazioni. In questo caso, la pelle si fa più spessa e anche più secca. Appare inoltre meno elastica. Questo fa riferimento ad una naturale difesa della pelle al continuo sfregamento. Tuttavia questo non fa che peggiorare la sensazione di prurito. La pelle secca infatti è più pruriginosa. Inoltre, si può anche andare incontro ad una iperpigmentazione: l’area cutanea colpita può diventare più scura rispetto al resto della pelle. Perché? Lo sfregamento continuo fa attivare i melanociti, responsabili del colore scuro della pelle.

Dal punto di vista terapeutico sarà essenziale un consulto dermatologico. Dato che il prurito è il sintomo cardine caratteristico della lesione da grattamento si può ricorrere a dei preparati di origine naturale. Questi aiuteranno a determinare una più rapida riepitelizzazione delle lesioni da grattamento. A tal proposito suggerisco una crema a base di estratti naturali. Trae origine dall’incontro tra tradizione passata e scienza, che hanno contribuito al suo sviluppo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *