Blog

Unghia incarnita? Curala in meno di una settimana

by in unghia incarnita 8 Maggio 2020

Per tutti avere mani e piedi curati in ogni momento è un sogno da favola! Purtroppo però, averli perfettamente in buono stato non è sempre possibile. Potrebbero manifestarsi infatti i sintomi dell’ unghia incarnita sulle nostre dita.

Per prevenire la comparsa di un’unghia incarnita bisogna tagliare le nostre unghie con un taglio netto e dritto. Preferite la classica tronchesina o il taglia-unghie piuttosto che le forbicine, queste gli conferiscono una forma rotondeggiante. Gli angolini dell’unghia infatti devono sporgere ai lati e non devono entrare in contatto con la pelle!

Ma cos’ è esattamente un’unghia incarnita?

Un’unghia incarnita, o in termini scientifici onicocriptosi, si manifesta per l’appunto, quando gli angolini esterni dell’unghia vengono a contatto con la pelle delle dita perforandola. Questo meccanismo scaturisce in un‘ infiammazione. E’ una condizione che si verifica principalmente sulle unghie dei piedi e colpisce per l’80% l’alluce. A differenza dell’acne, è’ maggiormente frequente negli uomini rispetto alle donne e colpisce gli adolescenti e gli adulti tra i 20 ed i 30 anni.

I sintomi dell’unghia incarnita sono uguali e tali a quelli di un’infiammazione di tipo batterica. Si verifica infatti, un rossore intorno all’unghia della pelle che provoca un forte dolore al tatto. Altra caratteristica tipica è il gonfiore che si presenta nell’area molle adiacente all’unghia.

Numerosi sono i rimedi naturali per la cura della tua unghia incarnita

Rimedi naturali contro l’unghia incarnita

Oltre che “correggere” a mano a mano la crescita dell’unghia facendola diventare più lunga e dritta, i rimedi per curare l’unghia incarnita si prefissano principalmente l’obiettivo di combattere l’infiammazione.

E’ il podologo, dopo una visita ed un analisi approfondita a determinarne la gravità. Nei casi più lievi si può intervenire anche in casa attraverso il metodo “Fai-da-Te”. Come precisato sopra, è bene tagliare le unghie dritte per impedire che continuino a perforare la pelle circostante. Inoltre tenere a mollo, tre o quattro volte al giorno i piedi in una bacinella d’acqua per tenere il piede pulito ed ammorbidire l’unghia. Asciugare dopo ogni lavaggio il piede alla perfezione in modo che rimanga completamente asciutto. Cambiare regolarmente le calze per evitare la proliferazione dei batteri. Infine utilizzare scarpe comode e spaziose per favorire il riciclo dell’aria all’interno del piede.

Pediluvio con sale e bicarbonato.

Consigliamo anche l’utilizzo di rimedi naturali come il sale e il bicarbonato. Questa miscela, ha la capacità di ammorbidire la pelle del piede. Può allontanare per questo motivo il rischio che l’unghia si incarnisca, grazie alla forte attività antibatterica del sale.

Anche la malva è conosciuta per l’ottimo potere lenitivo. Può essere utile in applicazione topica per ridurre il gonfiore e gli arrossamenti.

Fai uso dell’olio d’oliva per il tuo lavaggio quotidiano. Grazie alla sua azione emolliente aiuta a rimuove la pelle in eccesso. Sentirai subito una sensazione di morbidezza. In più, faciliterà il taglio dell’unghia che risulterà più morbida dopo l’applicazione dell’olio.

Il pomodoro si! No, stavolta non lo devi mangiare! Il pomodoro è il rimedio della nonna per antonomasia, poiché pare che contenga delle precise attività antibatteriche. Si utilizza principalmente la polpa imbevuta su una garza sterile. Lasciare agire e sciacquare con abbondante acqua fresca!


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *